Maiori: cosa vedere e guida completa

Maiori: cosa vedere e guida completa

Scenario scelto dal grande Roberto Rossellini per il film Paisà (1946), Maiori è nota ai più in particolar modo per il Sentiero dei Limoni, suggestivo itinerario che conduce alla vicina Minori attraverso una passeggiata a piedi lungo le tipiche terrazze di limoni. Camminando invece nel lungomare, è consigliata la sosta e la visita della Torre Normanna, da cui ammirare il mare cristallino di una delle più belle spiagge della Costiera Amalfitana.

Maiori: le principali bellezze architettoniche

Nota in particolar modo per le tipiche architetture religiose, Maiori ospita la Collegiata di Santa Maria a Mare, il principale edificio religioso del territorio, risalente al XIII secolo e contenente al suo interno le spoglie di San Clemente. Il Santuario dell’Avvocata, sito sulla vetta del Monte Falesia e costruito nel 1485, è raggiungibile a piedi lungo un sentiero che simboleggia il percorso dell’uomo verso la salvezza e, con la sua imponenza, domina a pieno dall’alto la Costiera Amalfitana. Da visitare anche il roccioso complesso abbaziale di Santa Maria dell’Olearia, risalente al 973 d.C., luogo prediletto dai monaci benedettini e che conserva ancora al suo interno il frantoio per la produzione dell’olio.

Una sosta è d’obbligo anche presso il Palazzo Mezzocapo, oggi sede degli uffici comunali, ma conosciuto come ex residenza del Marchese appartenente all’omonima famiglia, e la Torre Salicerchio (o Normanna), adesso location di un rinomato ristorante, eretta tra il 1534-90 a strapiombo su un mare limpido e irresistibile. Infine, come già scritto, è consigliata una passeggiata lungo il Sentiero dei Limoni, un itinerario affascinante che conduce alla vicina Minori con un percorso a piedi attraverso le caratteristiche terrazze di limoni.

Le più belle e suggestive spiagge di Maiori

Le spiagge di Maiori sono sabbiose e ben attrezzate, affacciate su un mare cristallino e pulitissimo. Meta prediletta da tantissimi visitatori, a Maiori si trova la spiaggia più lunga della Costiera Amalfitana, che si estende per quasi un chilometro, dotata di tutti i servizi turistici ricettivi e un lungomare ideale per le passeggiate in famiglia, con gli amici o tra innamorati, per godere a pieno delle bellezze della costiera. Gli stabilimenti balneari offrono la possibilità di noleggiare una moto d’acqua o un pedalò, per visitare la Grotta di Pandora e la Grotta Sulfurea.

Tra le spiagge più note, si ricordano la sabbiosa e rocciosa Salicerchie, l’incontaminata spiaggia del Cavallo Morto, Cauco, raggiungibile solo via mare, e la pulitissima e ventilata Sovarano (o Sgarrupo, ovvero il “dirupo”). Infine, vicino a Maiori c’è l’affascinante e piccola Marina di Erchie, frazione sempre molto affollata di bagnanti che mette a disposizione dei turisti una spiaggia lunga circa 200 metri, con la presenza delle Torri Saracene.

Come arrivare a Maiori

Arrivare a Maiori è facile e comodo. In aereo, è necessario appoggiarsi all’Aeroporto internazionale di Napoli Capodichino, per poi usufruire dei collegamenti diretti per le maggiori città della Campania e da lì giungere a Maiori tramite i servizi di trasporto della zona. In treno, la stazione più vicina è quella di Salerno, da cui proseguire dopo in taxi, in autobus o con i traghetti.

Se si decide invece di arrivare in auto, da Nord bisogna immettersi nell’Autostrada A3 direzione Napoli, proseguire per Salerno e uscire ad Angri o a Vietri Sul Mare; da Sud è necessario imboccare l’Autostrada A3 direzione Salerno, uscire a Salerno e proseguire per la SS 163 direzione Amalfi, collegata a Maiori tramite un servizio efficiente di autobus, che la mettono in comunicazione anche con Napoli, Sorrento, Positano e Salerno.