Le più belle spiagge di Amalfi

Le più belle spiagge di Amalfi

Per risultare davvero completa, una vacanza ad Amalfi dovrebbe comprendere una visita al centro della città e al Duomo, un’escursione o una camminata per ammirare le bellezze naturalistiche e paesaggistiche e poi del sano relax approfittando delle bellissime spiagge amalfitane. Vi forniamo allora una breve guida delle più belle spiagge di Amalfi.

La spiaggia di Marina Grande

Iniziamo dalla Marina Grande di Amalfi, il tratto di costa più lungo, la spiaggia più frequentata d’estate e la più affollata, ma anche la più ricca di attività e divertimento. Al contempo, trattandosi di una spiaggia attrezzata e con ogni tipo di servizio, si rivela l’ideale se si viaggia in famiglia con i bambini piccoli, per la sua comodità e facilità di accesso. A Marina Grande si trova anche un molo, da cui è possibile imbarcarsi per le escursioni e le visite guidate nelle calette e nelle spiagge raggiungibili solo via mare.

Arenile delle Sirene

L’Arenile delle Sirene è una spiaggia un po’ meno affollata, per quelle famiglie che preferiscono optare per una soluzione più tranquilla rispetto alla grande affluenza di turisti che caratterizza durante tutta la stagione estiva la Marina Grande. La spiaggia è servita da uno stabilimento balneare che garantisce ogni comodità, è facile da raggiungere essendo non molto distante dal centro e dal porto di Amalfi.

La spiaggia di Duoglio

Superata la spiaggia delle Sirene, si può vedere la grotta naturale di Sant’Andrea, che dà il via alla parte di scogliera frastagliata con piccole rientranze e calette raggiungibili via mare o a piedi attraverso lunghe gradinate. È così, per esempio, che si giunge alla spiaggia di Duoglio, il luogo ideale per gli amanti degli sport acquatici. Se si viene da Vietri sul Mare, Duoglio è ad un chilometro all’incirca dopo Amalfi; la spiaggia si raggiunge dalla Statale scendendo per una scalinata di 400 gradini o in alternativa via mare, partendo dal molo di Amalfi. La spiaggia di Duoglio è lunga circa 170 metri, sono presenti sia stabilimenti che tratti di spiaggia libera; non è completamente sabbiosa, ma fatta di ciottoli e sassolini; quello che offre è un mare azzurro cristallino.

Santa Croce

Dalla spiaggia di Duoglio a nuoto si può passare alla spiaggia di Santa Croce, così chiamata perché in un anfratto naturale si trovano i resti della Cappella di Santa Croce. Per chi non fosse intenzionato a fare questo percorso a nuoto, dal molo Pennello di Amalfi c’è il servizio che collega alla spiaggia Santa Croce. Questa spiaggia è una piccola insenatura naturale, la propaggine più estrema di una costa rocciosa appartenente al complesso dei Monti Lattari; due sono le attività balneari che offrono servizi.

O’ Rarone

Subito dopo Santa Croce, si incontra O’ Rarone, una spiaggia raggiungibile solo via mare, comunicante con quella di Santa Croce e per lo più fatta di ciottoli. Una particolarità di questa spiaggia è il cosiddetto “archetto degli innamorati”, un arco naturale fatto di roccia; la dimensione di questa spiaggia la rendono in effetti un luogo riservato ideale per le coppie.

Spiaggia La Vite

La spiaggia La Vite è una spiaggia lunga all’incirca 100 metri ed è al confine dell’estensione del comune di Amalfi. Ciò che la caratterizza è la torre da cui è dominata, la Torre Vettica, detta anche Torre di Capo della Vite, una torre anti-corsara di epoca cinquecentesca. Lungo tutta la costiera, infatti, da Vietri a Positano svettano all’incirca trenta torri a testimoniare secoli in cui dotarsi di baluardi difensivi per i nemici provenienti dal mare, in primo luogo i pirati, rappresentava una vera e propria necessità. L’acqua qui è molto pulita e profonda e la spiaggia è battuta da una leggera e piacevole brezza.